La nostra storia

Il Corteo storico matildico è una manifestazione rievocativa di carattere storico, che si svolge con cadenza annuale, a Quattro Castella, in provincia работа москва di Reggio Emilia, dal 1955; è stato interrotto negli anni dal 1972 al 1984. La manifestazione è attualmente organizzata dal Comitato Matildico, gruppo composto da 26 volontari castellesi. Il Comitato Matildico è il http://jobitel.com soggetto organizzatore della manifestazione dal 1984, anno della ripresa del Corteo dopo quasi 10 anni di interruzione. Il Comitato opera in nome e per conto del Comune di Quattro Castella.

Le Contrade

Le contrade ed i gruppi storici di Quattro Castella:

Gruppo Storico “Villici delle Quattro Castella”
Arcieri delle Quattro Castella
Contrada del Borgoleto
Contrada di Monticelli
Contrada Maestà della Battaglia
Gruppo storico “Gran Passo d’Armi” – Lottatori del Ponte

Lo Spettacolo

Il Corteo Storico Matildico trae il suo nome dalla sfilata (“corteo”) finale di oltre 1000 comparse in costume d’epoca, lungo le vie di Quattro Castella. Lo spettacolo consiste nella rievocazione teatrale dell’episodio storico, con la figura di Matilde e quella dell’imperatore Enrico V interpretate comunemente da figure note dello spettacolo, della cultura e dello sport. L’evento presenta tradizionalmente diversi spettacoli medievali:

Le sfilate ed esibizioni delle contrade di sbandieratori e musici castellesi (Contrada di Monticelli, Contrada della Corte, Contrada della Maestà della Battaglia, Contrada di Borgoleto, Gruppo Storico dei Villici, Gruppo Storico Arcieri delle Quattro Castella)

La Quintana dell’Anello: un gioco d’abilità per cavalieri. I partecipanti devono riuscire ad infilare con la lancia durante una cavalcata degli anelli.

Il Gran Passo d’Armi, noto come “Gioco del Ponte” o “Lotta del Ponte”: 2 squadre composte da 7 lottatori si affrontano in duello sopra un ponte di legno. Vince la squadra che riesce a far cadere tutti i componenti della squadra avversaria dal ponte

Il Comitato

Presidente: Emidio Fantuzzi

Vice Presidente: Tiziana Animini

Segretaria: Cosetta Casotti

Membri: Francesco Mantovani, Luana Pili, Eleonora Grasselli, Ileana Incerti, Annamaria Romani, Guido Buratti, Massimo Tarabelloni, Giacomo Bertani, Giuseppe Prampolini, Giancarlo Beneventi, Gabriele Benassi, Gabriele Manduchi, Omar Rizzi, Donatella Jager Bedogni, Matteo Fontanili, Emilio Bertolini, Cristian Benassi, Claudia Cirlini e Simone Masina.

L’Associazione Comitato Matildico non ha finalità  di lucro, svolge attività  di promozione territoriale, di utilità  sociale, di valorizzazione della storia e della cultura locale. Le finalità dell’Associazione sono: ideare, organizzare, sostenere e promuovere eventi, mostre, pubblicazioni e manifestazioni culturali, finalizzate a valorizzare la storia Matildica, il Castello di Bianello e i monumenti storici locali. Realizzare investimenti di pubblica utilità  attinenti alla promozione del territorio di Quattro Castella, della sua storia, del turismo, delle sue produzioni tipiche e delle sue tradizioni.

Tutti gli eventi, compreso il Corteo Storico Matildico, vengono realizzati con le sole risorse provenienti da sponsorizzazioni, donazioni e quote sociali, senza gravare sui costi della pubblica amministrazione.

La Reinfeudazione

Nel luglio del 1081 a Lucca, il Re Enrico IV in giudizio solenne emette un BANDO contro Matilde, con l’accusa di alto tradimento (REA LESA MAESTÀ) che prevede la confisca di tutti i suoi beni e feudi, con la conseguente caduta dell’obbligo di FEDELTÀ da parte di tutti i suoi vassalli.

Trent’anni dopo (maggio 1111) a Bianello, il figlio Imperatore Enrico V con il gesto della REINFEUDAZIONE, revoca il Bando di Lucca e le assegna il titolo di VICARIA IMPERIALE in ITALIA, reintegrandola, di fatto, nel suo precedente ruolo di governante e vassalla.

 

La Mission

L’Associazione Comitato Matildico non ha finalità di lucro, svolge attività di promozione territoriale, di utilità sociale, di valorizzazione della storia e della cultura locale. Le finalità dell’Associazione sono, ideare, organizzare, sostenere e promuovere eventi, mostre, pubblicazioni e manifestazioni culturali, finalizzate a valorizzare la storia Matildica, il Castello di Bianello e i monumenti storici locali. Realizzare investimenti di pubblica utilità attinenti alla promozione del territorio di Quattro Castella, della sua storia, del turismo, delle sue produzioni tipiche e delle sue tradizioni.

Tutti gli eventi, compreso il Corteo Storico Matildico, vengono realizzati con le sole risorse provenienti da sponsorizzazioni, donazioni e quote sociali, senza gravare sui costi della pubblica amministrazione.